La Corte Costituzionale riconosce i rischi connessi al gioco d’azzardo

La Corte Costituzionale, con la sentenza 56/2015 riconosce i rischi connessi al gioco d’azzardo e riconosce le norme poste a garanzia della trasparenza, dell’ordine pubblico e della sicurezza, della salute dei giocatori, della protezione dei minori e delle fasce adulte più deboli, contemperando gli interessi privati dei concessionari con i prevalenti interessi pubblici. Sentenza 56-2015 Corte Costituzionale

Apello di diverse associazioni contro il gioco d’azzardo

Pubblichiamo l’appello contro il gioco d’azzardo sottoscritto dai responsabili di diverse associazioni che, lavorando con le persone cadute nella dipendenza dell’azzardo, ne conoscono tutte le conseguenze più dannose. In vista di  imminenti azioni normative, i sottoscrittori dell’appello ritengono indispensabile richiamare almeno quattro interventi chiave: Divieto totale di pubblicità dell’azzardo Allo Stato spetta  il compito di dettare regole e limiti inderogabili all’azzardo. Ma agli enti locali – Comuni e Regioni – deve…

Scuola delle buone pratiche del 13 marzo 2015 a Fa’ la cosa giusta!

Bella partecipazione di quasi un centinaio di amministratori, venerdì 13 marzo alla sessione primaverile della Scuola delle buone pratiche a Fa’ la cosa giusta! (www.falacosagiusta.org) a Fieramilanocity.   Abbiamo iniziato con il gioco d’azzardo. Don Armando Zappolini, Presidente nazionale della campagna Mettiamoci in gioco, ha ragionato sul decreto a cui sta lavorando il governo per la regolamentazione del gioco d’azzardo. Don Armando ha sottolineato i punti imprenscindibili che devono stare nel decreto: il…