Come provare a difendere il 60% in Campania: il caso del comune di Camigliano (CE)

A Camigliano, Caserta, la gestione dei rifiuti è stata efficace ed efficiente: con costi bassi, ha funzionato anche durante le emergenze del 2007 e del 2008 ed ha raggiunto nel 2010 il 60% di differenziata. Vincenzo Cenname, sindaco fino ad agosto 2010, a seguito della Legge 26/2010 “Fine Emergenza Rifiuti in Campania” che di fatto espropria gli enti locali dalla gestione della raccolta differenziata affidandola a mega aziende provinciali, si…

Dal 17% al 76%: il caso del comune di Sasso Marconi (BO)

Presentato alla sessione della Scuola delle buone pratiche del 25 e 26 marzo 2011 all’interno di Fa’ la cosa giusta! Il comune con i suoi 15mila abitanti, ha applicato la raccolta Porta a Porta integrale portando la raccolta differenziata dal misero 17% al lusinghiero 76% in poco più di un mese. E soprattutto a costi invariati. Con un consenso sondato intorno all’80%, gran parte del successo è da imputare ad…

VIRTUOSI A COSTO ZERO

Il comune di Ponte nelle alpi (BL) nella sessione della Scuola delle buone pratiche del 25 e 26 marzo 2011, all’interno di Fa’ la cosa giusta!, presenta questa azione: Risparmiare energia con un gioco a somma positiva in cui cittadini, comune, imprese e ambiente ci guadagnano. Un progetto, a costo zero per le amministrazioni, che dà concretezza all’ecoeconomiadel futuro. La formula è quella del Gruppo di Acquisto Solidale (cittadini che…